ALBINO – Il DS Nodari: “L’obiettivo era non retrocedere… e invece siamo stati promossi”

54

Con il suo doppio salto, nel 2022 in Promozione e nel 2023 in Eccellenza, la Falco ha scritto una delle più belle pagine del calcio dilettantistico albinese. Il Direttore Sportivo Michele Nodari non trattiene l’entusiasmo: “Dopo la promozione dello scorso anno, eravamo partiti con lobiettivo di non retrocedere. Ma una volta raggiunta la quota salvezza che era di 40 punti a febbraio, abbiamo capito che se ci fossimo impegnati e avessimo continuato a giocare bene e con entusiasmo saremmo potuti salire in Eccellenza. E così è stato. In questi due anni abbiamo sempre puntato sui ragazzi del settore giovanile inserendone sette in prima squadra, che si sono impegnati ed insieme ai giocatori più esperti della rosa hanno dato il massimo per questa gloriosa società. Voglio ringraziare tutti i giocatori, il mister Massimiliano Vedovati, lo staff tecnico, il Presidente Pierangelo Peracchi, il vice Isaia Carrara, il Direttore Generale Athos Poma e i tifosi della squadra, sempre numerosi nelle partite in casa al campo Falco. Vogliamo dedicare la vittoria del campionato a Luca Carminati, opinionista sportivo che è venuto a mancare poche settimane fa, ed a Mario Signori, che è stato il vice presidente della Falco ed è scomparso due anni fa”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 19 MAGGIO

pubblicità