ALBINO – IL CASO – 1.500 senza medico in Valle del Lujo? Dietrofront di ATS e il dottor Facci torna dalla pensione fino all’arrivo del successore

260

Il medico 70enne aveva chiesto di poter lavorare fino all’arrivo del nuovo dottore; richiesta respinta da ATS, che ha però fatto dietrofront dopo una lettera ‘pepata’ di alcuni cittadini: “Sentiamo spesso parlare di carenza di medici, e costringete alla pensione chi vuol continuare nella sua missione?”

 

Tutto è bene quel che finisce bene. Nei giorni scorsi è arrivata una buona notizia per molte famiglie di Albino che vivono nelle frazioni della Valle del Lujo e che possono finalmente tirare un sospiro di sollievo. E la buona notizia è arrivata da Ats Bergamo, cioè dall’ente che con una sua precedente decisione aveva fatto arrabbiare (e non poco) molte persone.

Partiamo dalla fine: il dottor Ubaldo Facci, storico medico di base della Valle del Lujo, che il 22 gennaio era andato in pensione per il raggiungimento del 70° anno d’età, può tornare momentaneamente in servizio per alcuni mesi, fino all’arrivo del suo successore. Era infatti capitato che a causa della rinuncia di un candidato alla successione, ben 1.500 persone residenti in Valle del Lujo fossero rimaste prive di medico e, di conseguenza, prive di questo fondamentale servizio. Solo alcuni ex pazienti del dottor Facci erano infatti riusciti a trovare un nuovo medico di base tra quelli albinesi. Il medico settantenne aveva chiesto di poter proseguire il servizio per alcuni mesi proprio per evitare disservizi per i suoi pazienti, ma inutilmente (almeno per il momento).

Il pensionamento forzato deciso dall’ATS aveva provocato una levata di scudi in Valle del Lujo. È stata scritta da alcuni cittadini una lettera ‘pepata’ indirizzata al Direttore Generale dott. Massimo Giupponi e al dottor Roberto Moretti.

Siamo pazienti del dottor Facci Enzo Ubaldo – è scritto nella lettera – pur conoscendo il motivo del suo pensionamento nonostante la richiesta di poter continuare fino alla nomina del nuovo medico titolare dell’incarico, ci sentiamo in dovere di chiedere un ripensamento sulla vostra decisione: sentiamo spesso parlare di carenza di medici, e costringete alla pensione chi vuol continuare nella sua missione? Il nostro territorio, la Valle del Lujo, ha pochi servizi e ci costringete a riversarci tutti in Albino per non trovare medici disponibili? Il dottor Facci ci ha ampiamente dimostrato la sua competenza e disponibilità….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 4 MARZO

pubblicità