ALBINO – Fabio Terzi promuove la nuova Via Mazzini e attacca gli “Arancioni” sulla raccolta firme: “Sono basito, mi dicono ‘non si fa così’, ma…”

Via Mazzini, arteria del centro storico di Albino, cuore del commercio e della vita cittadina, ma anche… campo di battaglia. Sì, quante battaglie sono state (e saranno) combattute attorno a questa strada tra centrodestra e centrosinistra, tra residenti e commercianti, tra chi la vuole aperta al traffico e chi se la immagina come un stupenda isola pedonale.

Via Mazzini ha cambiato faccia in questi ultimi mesi, ma il maquillage voluto dall’Amministrazione guidata da Fabio Terzi non è piaciuto a tutti, anzi, molte voci critiche nei confronti del nuovo arredo urbano si sono levate negli ultimi due mesi. Molte persone che vivono o frequentano la centralissima via ne hanno denunciato il “restringimento”, il fatto cioè che con paletti e fioriere la strada è più stretta di prima. Il gruppo consiliare di minoranza “Per Albino”, che sosteneva la precedente Amministrazione dell’ex sindaco Luca Carrara, ha lanciato una raccolta firme a sostegno di una petizione… CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO SU ARABERARA IN EDICOLA DAL 9 FEBBRAIO