ALBANO SANT’ALESSANDRO – “Binario, triste e solitario”. Ferrovia, si cambia. Un sottopassaggio unirà il “Centro” e il Santuario

1594

A pochi mesi dal suo insediamento, l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Gianmario Zanga ha ormai terminato il rodaggio e sta pensando in grande per dare un nuovo volto ad Albano Sant’Alessandro. Lo sguardo della Giunta Zanga si è posato sulla vecchia stazione ferroviaria di Albano e sui binari, le “fredde parallele della vita”, che tagliano in due il paese e che danno vita a lunghe code di auto, tema di cui si discute da anni. Il “binario triste e solitario” (usiamo le parole di una vecchissima canzone, “Binario”) si trova infatti sulla strada che dalla ex Statale 42 conduce al noto Santuario della Madonna delle Rose.

Per questo suo primo mega progetto, l’Amministrazione chiede il parere dei cittadini, come spiega in un suo messaggio alla popolazione il vicesindaco Fabrizio Mologni, che è anche assessore ai Lavori Pubblici e all’Urbanistica.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 21 GENNAIO

pubblicità