Agoni: “Tagliano le risorse e poi sprecano soldi per un referendum che non si fara’”

SCHILPARIO

Agoni: “Tagliano le risorse e poi sprecano

soldi per un referendum che non si fara’”

“Ci stiamo organizzando come se il 28 maggio il referendum si farà, ma le intenzioni del governo non sono queste”. A parlare è il sindaco di Schilpario, Claudio Agoni, e i referendum in questione sono quelli promossi dalla CGIL relativamente all’abolizione dei voucher e alla responsabilità sociale negli appalti. Il Governo ha deciso di “disinnescare” questi referendum, ma la legge che dovrebbe farlo “non è ancora stata approvata ed è ferma in Senato”, afferma Agoni.

“Noi, come tutti gli altri comuni, siamo stati convocati in Prefettura a ritirare i manifesti per il referendum e li abbiamo dovuti firmare e affiggere. Ci stiamo muovendo per completare tutte le pratiche burocratiche perdendo così del tempo”.“La stampa dei manifesti in tutta Italia sarà costata qualche milione di euro: tagliano continuamente risorse ai piccoli comuni e poi sprecano così i soldi pubblici. Una scelta insensata”, conclude Agoni.