ADRARA SAN ROCCO – L’Intervista – La ripresa ad Adrara, tra opere di riqualificazione e sostegno ai cittadini ed enti comunali: si rifà la piazza

di Roberto Vitali

Segnali forti di ripartenza ad Adrara San Rocco, grazie al costante impegno del sindaco Tiziano Piccioli Capelli  e di tutta la sua amministrazione: “L’attività amministrativa del 2020 è stata fortemente condizionata dapprima dall’emergenza “meningite” e successivamente dalla pandemia legata al Coronavirus. Nonostante l’estendersi della pandemia che, fortunatamente, ha colpito il nostro paese in misura meno grave rispetto ai paesi limitrofi, l’attività amministrativa, di fatto, non si è mai fermata.”

E ciò è testimoniato da quanto fatto in questi mesi, condizionati dalle continue emergenze che hanno toccato le nostre zone: “Esatto, in questi primi sette mesi dell’anno (oltre ad esserci occupati delle suddette emergenze) siamo stati attivi su diversi fronti, tra cui quello legato allo sviluppo di nuovi progetti, al completamento delle opere pubbliche in corso e all’avvio di nuove.”

Opere importanti per il paese, quale (ad esempio) la conclusione del lavoro relativo alla manutenzione boschiva del primo lotto in Valle di Piei (con un’estensione pari a 22 ettari): “Quest’opera era molto importante perché finalizzata alla riduzione del rischio incendi attraverso lo sfoltimento della pineta, principalmente con l’esbosco degli alberi secchi.”

Anche per quanto concerne l’ammodernamento della pubblica illuminazione non si è certo perso tempo: “Sì, abbiamo terminato i lavori del primo lotto relativo all’efficientamento energetico ed avviato il secondo lotto subito dopo; il terzo (ed ultimo) lotto verrà reso attivo dal mese di settembre. Entro la fine dell’anno (quindi) tutto il paese sarà efficientato con corpi luminosi a led che consentiranno di ridurre i consumi energetici e di contenere gli interventi manutentivi: quindi, un tangibile beneficio per l’ambiente e per le casse comunali. Nel centro abitato, inoltre (grazie al contributo del BIM) sono in corso cinque interventi finalizzati al ripristino dei dissesti idrogeologici causati dai nubifragi e alla messa in sicurezza di reticoli minori, come azione preventiva…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 7 AGOSTO