Le festività natalizie hanno regalato una brutta sorpresa all’Alimentari e Tabacchi di via Locatelli a Cerete Alto: il Monopolio di Stato non ha concesso il rinnovo della licenza per la vendita dei tabacchi. E così, dal 17 dicembre, i cittadini e i turisti sono costretti a percorrere almeno un chilometro e mezzo per raggiungere la vicina Songavazzo o altri due chilometri per scendere a Cerete Basso e trovare un altro punto vendita. “Non sono soltanto i clienti abituali a chiederci le sigarette, ma anche i turisti. In questi giorni, ad esempio, alcune persone hanno fatto presente di non avere l’auto e di dover percorrere la strada a piedi. Inoltre, ci troviamo a poche centinaia di metri dal Municipio e se ci viene tolta la licenza per la vendita delle marche da bollo, le persone saranno costrette a scendere in paese per acquistarle e poi ritornare. In un paese così piccolo significa togliere un servizio importante per tutta la popolazione”, ha spiegato Adelina Savoldelli, che ha rilevato l’attività di famiglia nel 2008. I cittadini sono indignati e non hanno esitato a firmare la petizione che la titolare ha lasciato davanti alla cassa... “Sono matti ed è meglio non aggiungere altro”, hanno commentato gli abitanti del borgo…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 12 GENNAIO