Da una parte il municipio di Borgo di Terzo, sede anche dell'Unione della Media valle Cavallina, dall'altra, divisi dalla statale 42, l'unica sede di Rifondazione Comunista della valle, il destino vuole che a breve partano i lavori di riqualificazione del Municipio e con essi i simboli fascisti riportati da decenni sulla facciata . Mentre in tutta Italia ci si divide sull'opportunità o meno di togliere la scritta 'Dux' dall'obelisco dei fori imperiali a Roma, a Borgo di Terzo si agisce, tutto questo nonostante le polemiche sollevate ultimamente anche dall'introduzione della nuova legge sull'apologia di fascismo di Emanuele Fiano del PD, che vorrebbe proprio togliere la scritta Dux dall'obelisco.

Su araberara in edicola dal 12 gennaio 2018