Non c'è pace per la Stoppani, comparto attorno al quale Sarnico si sta dividendo da mesi tra scelte urbanistiche fatte e impostazione della bonifica data dall'amministrazione comunale del sindaco Giorgio Bertazzoli. Che lì sotto ci siano veleni e che lo smaltimento comporti tempi lunghi era già nel conto dell'amministrazione comunale, ma quanto deciso a Legambiente proprio non va bene. Dario Balotta, presidente del circolo di Legambiente del basso sebino e soci avevano già contestato le scelte fatte dalla maggioranza, ora un nuovo passo, il ricorso straordinario al presidente della Repubblica per bloccare la riqualificazione così come decisa.

Su araberara in edicola dal 12 gennaio 2018