Tutti i giorni i mezzi di comunicazioni ci informano della complessa situazione economica: imprese proiettate all’estero che riescono ad esportare i loro prodotti in un contesto sempre più competitivo e imprese boccheggianti rivolte al mercato nazionale che nonostante aiutini di diverso tenore, sopravvivono o chiudono. E la nostra valle Seriana ne è una testimonianza diretta. Nel numero scorso di araberara ho letto della parabola del park hotel che univa negli anni 60 un moderno albergo dell’epoca con una discoteca di tendenza. Anche io quando ero giovane ho potuto frequentare la discoteca, incontrando la mia futura moglie. E nel tempo la disco cambiava insegna e gusti musicali. Ora che fare del complesso abbandonato? Il sindaco di Clusone all’intervistatore dichiara che alla proposta di due tecnici bergamaschi di realizzare una Casa di Riposo risponde che non c’è alcun bisogno perché c’è la fondazione Sant’Andrea, mentre si potrebbe realizzare un albergo di cui la città avrebbe bisogno, magari con finalità sportiva, visto che ci sono gli impianti ai Prati Mini, la pista di sky roll e la pineta. Una risposta così ingenua non me l’aspettavo da un professionista come il sindaco, che fa un’attività imprenditoriale…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 1 DICEMBRE