Una resa dei conti. Che non c’è. Che viene rinviata sempre. Che forse non ci sarà mai. E chi spera e annuncia continuamente che Giovanni Benini non è più ormai sindaco, sembra ormai sempre più quello che grida ‘al lupo al lupo’, ma il lupo non arriva mai. E’ successo anche nell’ultimo consiglio comunale, quello che doveva essere della ‘resa dei conti’, l’ennesima. Ma alla fine Giovanni Benini è rimasto in sella e ad essere spaccata semmai è la Lega, a votare contro il bilancio Clementina Belotti (ex sindaca ed ex assessore di Benini) e PierEmilio Pagani che in passato aveva avuto la delega al bilancio. Qualche giorno prima erano arrivate le dimissioni del nuovo assessore al bilancio della Lega, Laura Chiari, che aveva attaccato pesantemente Benini: “Sono stata spesso attaccata in giunta… sono quella che deve stare zitta perché LEI è il Sindaco e io non so nulla… Lei in quelle occasioni mi ha umiliata, ma per l’impegno e la dedizione che il Comune di Castelli Calepio merita, ho continuato… consapevole degli scontri e delle pressioni a cui sarei andata incontro. Secondo coscienza, con molto rammarico, ritenendo di non essere in sintonia con quanto espresso ai cittadini in campagna elettorale, non condividendo e non riconoscendomi più nell’azione politico-amministrativa da Lei proposta… rassegno le mie irrevocabili dimissioni dalla carica di Assessore”.

La mattina dopo il consiglio comunale, Giovanni Benini ha appena finito di farsi la barba: “Com’è andata? come vuoi che sia andata, ormai qui qualcuno gioca al tiro al piccione, ma il piccione non lo prende. E tutte queste polemiche che mi buttano addosso mi scivolano via”…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 1 DICEMBRE