Niente droga come qualcuno ha scritto, nessuno spaccio ma piuttosto…la pastasciutta. Va beh, o almeno anche quella. Ma ricostruiamo il can can mediatico di questi giorni a Villa Jesus a Castione, dove sono ospitati 53 profughi.

Tutto è cominciato lunedì 2 ottobre, il resto è cronaca e quello che succederà ai richiedenti asilo quando avranno finito il progetto accoglienza non si sa. E’ la sera di lunedì 2 ottobre quando 13 ragazzi della struttura che ospita i profughi a Castione, Villa Jesus, chiudono i cancelli, bloccano l’operatore di turno e inscenano una protesta: “Chiedevano di tenere acceso l’wi fi tutta notte – spiega Bruno Goisis Presidente della Cooperativa Ruah – lo sveltimento delle pratiche amministrative, il riconoscimento del permesso di soggiorno, chiedevano di... SU ARABERARA IN EDICOLA DAL 3 NOVEMBRE