L’Ora non si vende. Niente da fare. Quella che sembrava l’intenzione della Comunità Montana, per questioni di conti, rientra, e l’Alto Sebino si fa sempre più unito, le prove tecniche di unione cominciate con l’incontro organizzato a Castro tra Giovanni Guizzetti, sindaco di Lovere e Mauro Bonomelli, sindaco di Costa Volpino, sono stati il là per un ‘fine guerra’, o almeno tregua, ma non armata dopo anni di scaramucce che avevano solo indebolito il territorio. E adesso si trova l’unità anche sulla vicenda de L’Ora di Lovere. “C’è finalmente piena condivisione – spiega soddisfatto il sindaco Giovanni Guizzetti – L’Ora ha una capacità di impulso per tutto il lago”, sembrava che però si volesse vendere: “Abbiamo fatto una...

SU ARABERARA IN EDICOLA