Profughi in giro a caccia di wi fi per le strade, seduti al parco ad attendere l'ora di pranzo? Niente affatto, a cene i profughi spaccano la legna, fanno il fieno ed aiutano i diversamente abili, Chiara Visini, coordinatrice dell'area Rar (Richiedenti Asilo e Rifugiati) del cas di Rovetta,

Castione della Presolana e Cene ha messo in campo un progetto con il quale i profughi hanno una propria attività a favore dei più deboli, dei più svantaggiati e anche delle famiglie in difficoltà.

SU ARABERARA IN EDICOLA DAL 6 OTTOBRE