L'impianto di illuminazione pubblica di Endine accende le polemiche in tutta la valle Cavallina, tutto per i soliti intrecci politici e amministrativi che coinvolgono comuni, Consorzio e società partecipate. In estate il sindaco Marco Zoppetti, stanco di aspettare dal 2012 un progetto da Esco Comuni, la società partecipata che fa capo a Valcavallina Servizi, riceve una proposta dalla società Era di Reggio Emilia che propone un progetto per cambiare tutta la rete di illuminazione pubblica, renderla più efficiente e meno dispendiosa dal punto di vista energetico. Tutto bene fino a quando la notizia non giunge all'orecchio della Esco anche se non era così difficile visto che il sindaco di Endine è uno dei tre membri del CdA proprio della società della valle Cavallina assieme al presidente Giambattista Pesenti e a Walter Flaccadori, l'ex vicesindaco di Grone.

SU ARABERARA IN EDICOLA DAL 6 OTTOBRE