Era il giorno più atteso, da quando maturò la sua vocazione. Nella chiesa ipogea del seminario di Bergamo, alla presenza del vescovo della città monsignor Francesco Beschi, di decine di sacerdoti e di una moltitudine di fedeli, Marco e i suoi sei compagni sono stati dichiarati “degni” di ricevere l’ordine del diaconato. In questo mese, il 27 maggio, Marco compirà l’ultimo passo verso l’altare: sarà sacerdote.

Marco Fornoni, classe 1979, di Ardesio, sognava questo momento da quando era adolescente. La vocazione è andata poi maturando nel tempo, ha superato momenti di difficoltà e di crisi. Per poi riprendere, ancora più forte e decisa, il suo impegno al servizio del prossimo. In un mondo dominato dal materialismo, dall’indifferenza e dall’ esaltazione dell’io, il sacerdote risponde al richiamo cristiano più antico per diventare il riferimento di una intera comunità, come un pastore per il suo gregge. E’ stato proprio questo anche il richiamo di Papa Francesco di fronte alla crisi delle vocazioni, alla perdita di spiritualità e al crescente distacco dei fedeli cattolici all’interno della Chiesa. Il cammino di Marco non era scontato fin dall’inizio. A 14 anni… SU ARABERARA IN EDICOLA DAL 19 MAGGIO

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna