Alessandro Sorte ne ha fatta di strada dal 2004, quando a soli vent’anni, come giovane assessore al Bilancio del Comune di Brignano Gera D’Adda, cominciò a scalare l’organigramma di Forza Italia e quello della politica locale: prima responsabile dei giovani del Partito, poi consigliere provinciale (con Ettore Pirovano Presidente) , nel 2013 consigliere regionale al Pirellone, segretario provinciale di Forza Italia, infine, due anni fa, assessore regionale alla mobilità e trasporti.

Per quindici anni il partito di Silvio Berlusconi a Bergamo è stato controllato dall’ala legata a Comunione e Liberazione (prima con Marco Lionello Pagnoncelli e poi con Angelo Capelli, con il breve intermezzo del laico Carlo Saffioti) ma la scissione dell’NCD di Angelino Alfano ha tolto di mezzo il nucleo duro degli avversari di Sorte.

Nel frattempo Sorte ha lasciato la segreteria provinciale degli azzurri, trasferendo la… SU ARABERARA IN EDICOLA DAL 21 APRILE