La grande lapide dei Caduti a Vilminore ha una sua storia. E’ il 15 gennaio 1922. Il Consiglio comunale di Vilminore si riunisce presieduto dal sindaco Luigi Albrici (che rientra dopo una bega interna alla maggioranza che proseguirà anche negli anni successivi e dopo le dimissioni dello stesso sindaco) delibera un impegno di spesa di £ 7.000 per il ricordo marmoreo dei Caduti da porsi sulla facciata comunale, dando incarico di realizzare l’opera a Bettino Capitanio. Il contratto prevede che la “lapide ricordo”, disegnata dallo stesso Bettino Capitanio e modificata dall’ingegnere Pandolfi, verrà… SU ARABERARA IN EDICOLA DAL 21 APRILE